Dolci tipici Romani

Visite: 6263

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Le ricette dei dolci tipici romani resistono e continuano ad essere presenti nelle tavole contemporanee. Ancora oggi di generazione in generazione in tutte le famiglie si sono tramandate queste ricette di dolci tipici come se fosse un rito e la trasmissione delle ricette ne ha garantito la continuità.

Per i romani, stare in tavola tra amici e parenti è un segno di allegria e di festa, tutti sono attaccati alle ricette tradizionali, il pranzo e la cena, accompagnati da dolci tipici come fine pasto, insieme ha un buon bicchiere di vino dolce e frizzantino, è quasi una felice cerimonia.

Maritozzi ricetta originale

La ricetta originale dei maritozzi romani è veramente antica, è una specialità più dei fornai che non delle pasticcerie, erano un tempo un dolce caratteristico della Quaresima.

 Ingredienti

  • Pasta di pane lievitata
  • olio
  • uva sultanina
  • pinoli
  • sale
  • zucchero

Preparazione dei maritozzi romani

  1. I maritozzi romani si preparano con la pasta di pane lievitata, lavorata con qualche cucchiaio d’olio, una manciata d’uva sultanina e una di pinoli, un pizzico di sale e qualche cucchiaio di zucchero.
  2. Dopo aver mescolato l’impasto si formano tanti piccoli maritozzi, dalla caratteristica forma allungata; dopo averli lasciati riposare per mezza giornata, si cuociono nel forno ben caldo.

 Maritozzi con panna 

 I maritozzi con la panna è uno dei dolci tipici romani per eccellenza, tante persone che hanno una certa età, sicuramente ricordano quando già da ragazzini, trovavano dal fornaio o dal pasticcere il gustoso e invitante maritozzo con la panna, mentre i più fortunati li trovavano sul tavolo di casa perché la mamma li aveva preparati in casa per colazione.

 Ingredienti per 6 persone

  •  300 g di farina bianca 00
  • 125 ml di latte
  • 125 g di burro
  • 10 g di lievito di birra
  • 50 g di zucchero
  • ½ uovo

 Ingredienti per la Panna montata

  • 500 millilitri panna fresca
  • 3 cucchiai zucchero a velo

Preparazione panna montata

  1. Prendete la panna fresca e mettetela in frigo dentro un recipiente bello pulito per 1 ora. Perché siano belle fredde metteteci anche le fruste dello sbattitore elettrico.
  2. Montate la panna facendo in modo che ruoti il recipiente e non le fruste dello sbattitore. Cominciate a velocita moderata, e aumentatela un po’ alla volta gradualmente finché la panna risulti bella ferma.
  3. Per zuccherare la panna montata, mettete un po’ alla volta lo zucchero a velo dopo averlo setacciato e giratelo lentamente con una spatolina.
  4. Avvolgete la ciotola che contiene la panna montata con pellicola trasparente per alimenti e conservate in frigo fin quando non farcirete i maritozzi.

Preparazione maritozzi con panna

  1. Sciogliete il burro a bagnomaria e unitelo allo zucchero; fatelo raffreddare in frigorifero in uno stampo rettangolare.
  2. Formate una fontana con la farina e unite il lievito precedentemente mescolato al latte scaldato a 37°C e all’uovo.
  3. Avvolgete il burro in un foglio di carta da forno e con un matterello appiattitelo per ammorbidirlo.
  4. Stendete l'impasto a uno spessore di 3-4 mm.
  5. Mettete il burro nel centro e chiudete l’impasto facendo combaciare le estremità della pasta verso il centro.
  6. Passate il mattarello sul rettangolo.
  7. Ripiegate nuovamente l’impasto in tre parti; giratelo a 180° in senso orario.
  8. Stendete di nuovo con il matterello.
  9. Ripetete l’operazione per tre volte.
  10. Tra un’operazione e l’altra mettete in frigorifero per 20 minuti.
  11. Stendete l'impasto, ricavate dei triangoli e arrotolateli.
  12. Una volta formati i maritozzi fate lievitare in una teglia rivestita con carta da forno per 45 minuti.
  13. Infornate a 170°C per circa 35 minuti;
  14. sfornate i maritozzi, spennellateli con uno sciroppo a base di acqua e zucchero fatti bollire fino a temperatura di 115°C.

Prendete la panna montata che avete riposto in frigo e praticate un taglio con il coltello da pane al maritozzo e con una spatolina da pasticcere, farcite i maritozzi con la panna.

Zuppa Inglese alla Romana

La zuppa inglese è un dolce tipico della pasticceria romana dalla lunga tradizione, anche se molte varianti sono state ormai definitivamente introdotte nella sua preparazione, un tempo molto più elaborata.

Ingredienti per 4 persone

  • 1 pan di Spagna
  • rhum
  • alchermes
  • 3 uova
  • zucchero
  • farina
  • ½ lt latte
  • frutta candita

Preparazione zuppa inglese alla romana

Oggi, uno dei dolci tipici romani più famosi, viene preparato in modo molto semplice, dopo aver preparato il pan di Spagna, tagliatelo a metà con un coltello da cucina per il pane. Bagnate una parte con il rhum e l’altra con l’alchermes e lasciatele ammorbidire.

Preparazione crema pasticcera

Preparate intanto una crema pasticciera con tre rossi d’uovo, tre cucchiai di zucchero, due cucchiai di farina e mezzo litro di latte. A chi piace può completare la crema pasticciera con l’aggiunta di pezzettini di frutta candita.

A parte montate a neve fermissima le chiare delle uova e mescolatevi tre cucchiai di zucchero. Prendete un vassoio da forno, ricopritene il fondo con una delle due fette di pan di Spagna e sistematevi sopra la crema a forma di leggera cupola, ricopritela con l’altra fetta di pan di Spagna e infine con le chiare montate.

Spolverizzate la zuppa inglese con dello zucchero e passatela in forno appena caldo, giusto il tempo di far dorare lo strato superficiale del dolce.

Fave dolci

A Roma le fave dolci, comunemente dette fave dei morti, sono dei dolci fatti con la farina di mandorle e preparati per tradizione nel mese di novembre.

 Ingredienti

  • 100 g di mandorle
  • 200 g di zucchero in zollette
  • 100 g di farina bianca
  • 1 uovo
  • scorza di ½ limone
  • ½ cucchiaio di cannella in polvere
  • burro

 Preparazione delle fave dolci

 

  1. Nella tradizione antica, la ricetta originale di questo dolce tipico romanesco, viene preparata pestando 200 g di mandorle non spellate insieme a 200 g di zucchero in zollette.
  2. Sia le mandorle che lo zucchero vanno pestati insieme, in modo che l’olio che esce dalle mandorle non si spreca, e viene assorbito dallo zucchero.
  3. La farina così ottenuta, bisogna passarla al setaccio, mescolarla con 100 g di farina bianca, l’uovo intero, la scorza di mezzo limone grattugiata e il mezzo cucchiaino di cannella in polvere.
  4. L’impasto va lavorato per bene, poi diviso in tanti pezzettini, che farete a forma ovale e schiacciata come per l’appunto una fava, allineateli in una teglia imburrata e fatele cuocere in forno caldo per circa 30 minuti.

Ti potrebbero interessare

Questo sito non utilizza cookie proprietari ma di terzi (Gooogle, Facebook). Cliccando su OK acconsenti all’uso dei cookie.